UNA FRASE PER RIFLETTERE

Se il Creatore lascia qualche volta cadere uno sguardo sulla terra, egli deve posarlo sopra due amanti.

* Siderum Regina *

lady59 ( Antonella)



Madre dolcissima
del Bimbo Gesù
e del più misero tra i miseri
di celestiali arcangeli
e di vivaci cherubini
dello sfolgorante sole
e della tacita notte
eccomi umilmente prostrata 
ai Tuoi santi piedi
- soave rosa senza spine -
per offrire il mio cuore
alla Tua purissima anima
per chiederti misericordia
e materno amore.
Affranta madre dei dolori
e luminoso sorriso di pura gioia
come vorrei dirti a voce
il sogno che già sai
e posare il mio capo indegno
sulle Tue materne ginocchia
bramando una Tua tenera carezza.
A Te che sei maestosa Regina
di tutto il firmamento
e la più semplice fra le fanciulle
consolatrice pietosa degli afflitti
e luminoso faro di luce
nelle fredde notti di inverno
affido me stessa
e tutti gli affetti più cari
certa del Tuo sguardo
amorevole e misericordioso.
Ti affido anche una mia lacrima
da spargere tra le stelle
ed un mio tenero bacio
per i miei adorati genitori.
Ti amo, con tutte le mie fragilità
ma immensamente
Madre del Cristo in croce
e  Madre mia!

© Antonella P. Di Salvo 

COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 193
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative