UNA FRASE PER RIFLETTERE

Ed io che intesi quel che non dicevi, m'innamorai di te perché tacevi.

Niente e meno

Luigi Diego Eléna



Vetri rotti in quella casa del nettare in tavola senza focolare
un briciolo che raccolgo quando tutto di tutti cade fracasso
come l'acqua che salta nel tuffo di un sasso piatto e nudo.
Nell'immobile che silenzio stampa è la grazia che distoglie
e assorbe le amiche senza posa quelle canne sottili d'abbandono.
Fotografie di spiaggia sulle battime figliol prodigo di un servo
a poche bracciate dove si vede ciò che prende che cade e cade.
Niente e meno.
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 469
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative