UNA FRASE PER RIFLETTERE

Caso è lo pseudonimo di Dio quando non vuole firmare.

L'uomo nel cielo

Luigi Diego Eléna
 


Sfioro l'abito di questi sassi dai nudi piedi a scudo cuore
finché quella nube non ceda di modestia alla sua pioggia
ché il suo riso è bocca d'un parapioggia allargato spirito.
L'arcobaleno si fa accettare sfama l'uomo nel vivente cielo
per quel che il sole sa dare nel suo focolare quando tace.
Poi la rugiada è il vuoto che si confida alla lingua foglia in volo
come si ricorda nudo corpo parlato dalla noia con gli occhi chiusi.
All'artiglio il nomade riparo è l'uditore indovino il giorno
che finisce il giorno e non sente ma da pensiero e immote stelle
dove giudizio innalzi dal loro abisso in castigo le radici per prodigi.
Gran parte qui accanto è dell'invisibile un'altra luce sul telaio delle sue mani.
Non cancellarla.
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Dedica
Opere pubblicate da questo autore: 469
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative