UNA FRASE PER RIFLETTERE

Dipenderai meno dal futuro se avrai in pugno il presente.

Grondaie d'estate

Luigi Diego Eléna



Il buio di un singhiozzo che sonnifero passeggia la rotaia taglia rade la notte.
E' il treno nella sonnolenza in calde righe di monologo incappucciato ritornello.
Non si volta nel suo marrone di foglia alla forbice che passi le grondaie d'estate
va alla sua ragione molto atteso fino a quando sfolla in un vicolo nel piatto consigliato.
Sono orgogli luce di brillantina in quei capelli impomatati che tra le mani non corrono
ed altri fuochi ardono nelle piazzette di grandine l'ultimo telo di temporale in foto.
Giullari vezzi e lazzi in vischio ad imbrigliare polverosi sassi per una parola sola
quel chicco più pesante in pozze d'acquamorta per cancellarsi che pipistrello si spiega.
Infallibile lo fossi.
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 469
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative