UNA FRASE PER RIFLETTERE

Non sempre quello che viene dopo è progresso.

Figlio

Marco Agazzi


"Un suono di ninna nanna
gi? invade il pensiero
e il tempo dell'attesa
e' un dolce divenire.

Crescere in me sento
nel lento lievitare
del mio ventre
il germoglio
di una nuova primavera.

Quanti desideri,
quante speranze,
ho riposto in te
piccolo seme:
amore, vita.

................

Ora che mi specchio
nei tuoi occhi mamma,
perch? queste lacrime fra noi?

Pi? non mi riconosci?
Eppur io sono quel bimbo
che desideravi tanto.

Ora che sono nato
non voglio esser soltanto
l'angelo triste dimenticato
nell'angolo di un cuore deluso.

Tu hai bisogno di me,
della mia misteriosa presenza
ed io di te,
del tuo abbraccio materno,
per sentirmi tuo. "


Marco Agazzi
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Amore
Opere pubblicate da questo autore: 101
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative