UNA FRASE PER RIFLETTERE

Le nubi a volte nascondono le stelle, ma le stelle sono sempre lì che brillano per te. Basta aspettare che passi il temporale.

Memoria le conchiglie

Marina Minet

 
Conservo le emozioni e curo il cielo;
Le crude soluzioni del momento
Per terminarmi pane
E beata fantasia

Non vedi come graffio?
La sabbia infilza il passo
E il sale s'incatena
Chiarendosi al suo andare adorazione
Il tempo d'esalare

E ora mi confronto e non smalizio gigli.
Speranza senza fiato mi congedo
E il bianco torna  nero
Oppure mongolfiera
Da liberare muta

Prova  mi è la resa
E il fiato a moderare
Gli specchi controvento
Raduna la sua fiamma

Mi salvo, nutrendomi perdono
Da confinare addosso;
Le simmetrie del giusto e il loro utilizzare
Battigie di pareri
Ché poi ogni mare è fondo

Non vedi come sfido impreparata?
E ancora muro sabbie d'altre rive
Remando gentile
L'approdo delle parti

Sospirano le ombre e in alto l'orizzonte
Decade a magre stelle
Spezzandosi ogni altrove

 Oriento le impressioni.
Memoria le conchiglie.
I torti come fiori.
Le guance come stracci
E le unghie senza volti.

 
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 83
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative