UNA FRASE PER RIFLETTERE

Amare significa ammirare con il cuore; ammirare è amare con la mente.

Le grandi divisioni

Marina Minet


 
Piombano a urgenza, innamorando il tempo,
Le grandi divisioni.
Offrendo abbracci e fiori addosso
Senza padronanza né leggi da ascoltare

Cosa cerchiamo noi pascoli impazienti
Sognandole risolte a capofitto
Se mai l'istinto conta le ferite
E ogni arma ha il suo destino
 
Roventi oppure ingrate consegnano le ali
Bruciandole mai stanche
Il poco di partire
E il niente di giurare la morbida invadenza
 
Mie grandi divisioni: i poli al vostro passo
Condensano il pensiero al solo istante
Stringendosi le razze e i mari nei deserti
Come promessa folle a superarvi
 
È il sangue, la vostra compassione
Così diverso e uguale
Nel confermarvi in rosso
Vulcanica scogliera e fertile riposo

Le povere miniere non sanno antiche lodi
Nel troppo scintillare la speranza,
L'inutile missione di un dare e mai avere
 
Potrebbero incarnare la presenza
E il tiepido sentire
Se il dopo fosse un cielo
Di fragili preghiere
 
Le grandi divisioni rastrellano pianure
Per farne sangue ad arte
Finché la luna prende
E i tarli respirano affamati
 
Di un nome so l'Amore,
Quando le sere legano rapaci,
Ma il resto mi sospende, parola senza forma,
Rimane un volto e niente.
Chiamata Morte fra i pianti degli altari






COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 83
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative