UNA FRASE PER RIFLETTERE

Il più terribile dei mali, cioè la morte, non è niente per noi, dal momento che, quando noi ci siamo, la morte non c'è, e quando essa inesorabilmente arriva, noi non siamo più.

In sere d'inverno

Mario Giorgio Talio
Cerco ancora sogni in sere d?inverno; scrosci d?acqua accompagnano il mio vagare, vagabondo tra vitigni secchi ansiosi di primavera. Cerco amore, quello che non ho mai imparato a dare, zuppo d?acqua infango quest?anima solitaria, in pantani segreti di bramosie. Ma, ne sono certo, cercher? ancora, solitario, lumache all?ombra della luna, mentre aliti di maestrale ghiacciano le mie lacrime come bruma mattutina, e nel cieco brancolare cerco ancora Te, mio Dio?
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 24
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative