UNA FRASE PER RIFLETTERE

Da un certo punto in avanti non c'è più modo di tornare indietro. È quello il punto al quale si deve arrivare.

...correte

Mattia Giannone
?correte galantuomo con frac e papillon ove la luce si nasconde e i pensieri belli torturano i belli, oppure correte ove la luce esce allo scoperto e i pensieri brutti torturano comunque i belli, oh sicario involontario, uccello del malaugurio fustigatore delle mie colpe, picchiate questa donna oscura, che, con uno scialle bianco come la seta, mi tormenta; oh quale schiribizzo della natura, accorre nei meandri del mio inconscio. Despota bizantino, fate sentire al popolo stolto la forza di Bisanzio Imperiale, accorrono i belli in aiuto ai brutti, e questi, che restino pure nella loro umile dimora. Urlate, urlate, cosicch?, un usignolo sgozzato dalle mie stesse mani, possa non sentirvi? tu, falco pellegrino, disperso nella vallata dell?oscurit? accorri in aiuto dell?uomo disteso fra l?erba alta in attesa della venuta del Messia; ridicoli alzatevi e marciate verso l?eternit? e voi, Satana Trismegisto, aiutate ricercare il mio futile destino, ormai perduto.
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 8
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative