UNA FRASE PER RIFLETTERE

L'amore e l'amicizia sono come l'eco: danno tanto quanto ricevono.

REDENZIONI

Michael Santhers

Scheletri senza gemme

alberi al capolinea a primavera

tra colori che gareggiano

e cantanti che non hanno superato

l'inverno dei fucili

e rimasti nelle orecchie

 

I serpenti ingozzati

del sonno della terra

lo rigurgitano al sole

e i vecchi lo raccolgono a rate

 

Gli amori maceri di lontananza

alcolici inebriano gli addii

alati a migrazioni

ritornano ai cuori

svegli da letargie

pulsano vividi ricordi

a petti carapaci

girati a tamburi di marce d'assalto

 

Persino i pistoni dei motori

stanchi di inseguire le valvole

cambiano rumore

e in estasi alla carezza di un piede

o di una mano chiusa

fanno serenate ai paesaggi

 

Aleggiano redenzioni nei cimiteri

i cipressi rinverdiscono il fogliame

e a ogni alito di vento

scuotono il dolore appollaiato

sui rami che tentano scalate al cielo

 

Vittoria dell'azzurro sul grigio

il sole si gode lo spettacolo

gioca sui pori di teste pelate,

sudate si prendono il suo oro

e lo mettono sotto berretti a cassaforte,

sorridono avide le mogli

 

Via vai di croci vellutate

rondini vorticano redenzioni

le allenano al creato

disegnano fantasie

copiate da nasi di bambini

con indici a tergicristallo

tra stupori e occhi di madri,

terre felici ai germogli precoci

-

---------------------------------------------------

Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com

COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Riflessioni
Opere pubblicate da questo autore: 1830
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative