UNA FRASE PER RIFLETTERE

Disse Socrate: meno sono i nostri bisogni, più assomigliamo agli dei. Per te ho scelto di rimanere mortale.

TEMPO DI DECENZE

Michael Santhers
Rabbia e dolori di uomini di pietra tumulano amori scompongono preghiere lanciano parole nell'imbuto del silenzio Testimoni del ripetersi di storie meschine delle pene garofani e poeti che incantano flagellano la corsa veloce delle idee Gesti inutili e occhi di mestiere ungono le gole secche di desideri Vivere ? un momento il resto ? la distanza del lancio di una pietra tempo di decenza di appena un ricordo La poesia ? finita e i batteri sparecchiano la tavola ---------------------- dal volume:voci dall'inferno
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 1830
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative