UNA FRASE PER RIFLETTERE

Noi vogliamo, per quel fuoco che ci arde nel cervello, tuffarci nell'abisso, inferno o cielo non importa. GiĆ¹ nell'ignoto per trovarvi del nuovo.

TI LODI UN ALTRO, E NON LA TUA BOCCA

Michelangelo Manca de Villahermosa
Dolce e stupenda Amica mia, ancora un'altra volta vorrei raccontarti una dolce favoletta! Che ne pensi? Qualche tempo fa mi sono recato in campagna e i miei occhi sono stati catturati da un piccolissimo ciliegio, alto non pi? di un metro. Era una di quelle giornate da trascorrere in casa dato che tirava un fortissimo vento di tramontana accompagnato da pesanti nuvole grigie e la povera piantina era sbattuta a destra e a sinistra. Amica mia, se non fosse stato per il solito bastone al quale il futuro albero era legato, avrebbe fatto sicuramente una brutta fine! La nostra vita assomiglia un po? a quella del piccolo ciliegio. Arrivano dei momenti difficili e delle tempeste che sconvolgono la nostra esistenza. In questi casi, solo se ci saremo attaccati al Signore riusciremo a sopravvivere, altrimenti crolleremo sotto il peso delle avversit?. Amica cara, se abbiamo imparato ad aggrapparci a Dio ed essere forti nel Signore avremo: nella solitudine il Suo amore, nella tristezza la Sua gioia, invoca la misericordia di Dio. Non ? cos?! Sono parole di Nehemia, un grande uomo di Dio, che si era adoperato con grande zelo per ristabilire l'ordine e la legalit? nel popolo di Dio, da poco tornato dalla cattivit? babilonese. Nehemia sapeva benissimo che di fronte al suo Dio, non poteva sentirsi creditore n? vantare alcun merito, nonostante l'impegno profuso. Ges? stesso disse un giorno ai Suoi discepoli "Cos? anche voi quando avete fatto tutto ci? che vi ? comandato dite: noi siamo servi inutili". Dolcezza infinita, di fronte a Dio non c'? un atteggiamento alternativo a quello che ci porta a dipendere totalmente dalla Sua grazia e dalla Sua misericordia che sono inesauribili. Questo sia che lo serviamo, sia che abbiamo bisogno di perdono. Pensate a come ci comportiamo con le persone che amiamo di pi?: ci fa piacere renderle felici, fare delle cose per loro; se ci chiedono qualcosa cerchiamo di accontentarle, anche a costo di qualche sacrificio. Cos? dovrebbe essere il nostro comportamento con Dio; se noi Lo amiamo troviamo piacere nell'ubbidire ai Suoi comandamenti, nel fare la Sua volont?, se dobbiamo rinunciare a qualcosa lo facciamo perch? il nostro amore per Dio ? superiore a quello per ogni altra cosa. Ci sono per? grandi differenze; qualcuno che amiamo potrebbe non amarci con la nostra intensit?, o potrebbe chiederci cose sbagliate o impossibili o dannose per noi, o potrebbe essere egoista che non si preoccupa di noi, ma solo di s? stesso. Dio no. Amica mia, a chi non ? successo di incontrare una persona tanto egocentrica che non fa altro che lamentarsi sempre, oppure parlare dei propri successi, dei propri talenti e di come sa affrontare e risolvere qualunque situazione? Ma ? chiaro che nessuno ci casca. Sappiamo fin troppo bene che di persone perfette non ce ne sono. Per? ognuno ? capace di dare una mano, di rendersi utile e di compiere dei servizi per il prossimo. Amica stupenda, il presente finale di oggi vuole sottolineare il fatto che non dobbiamo vantarci e aspettarci a tutti i costi un ringraziamento ufficiale per quello che facciamo di buono durante le nostre giornate. Se il solo motivo per cui ci disponiamo ad aiutare gli altri ? quello di ricevere un aperto riconoscimento, allora non siamo sinceri con noi stessi e con gli altri. Amica carissima, il Signore non si dimenticher? di te. Un giorno tutto sar? evidenziato nel cielo, non solo quello che abbiamo fatto, ma anche i nostri pensieri. Il Signore allora ti loder? per le cose che hai fatto, anche per quelle che nessuno aveva notato: quei gesti di amore, quelle preghiere offerte nel silenzio della tua camera, quelle parole di incoraggiamento rivolte a un amico in difficolt?, quella cena per dei conoscenti che erano appena giunti, dal lontano Parigi nella tua citt?. Solo qualche volta gli altri riconosceranno e apprezzeranno quello che fai, ma tu continua fiduciosa a camminare con giustizia e con amore. Con immenso rispetto e tanta stima, affettuosamente un mondo di sinceri auguri Mike.
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Riflessioni
Opere pubblicate da questo autore: 442
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative