UNA FRASE PER RIFLETTERE

Ero solito portare una pallottola nel taschino, all'altezza del cuore. Un giorno un tizio mi tirò addosso una Bibbia, ma la pallottola mi salvò la vita.

A me a te

Michele Ciorra
Guardo e ascolto i tuoi figli guardo e ascolto le mie grandi piccole donne osservo e prendo nota della loro arroganza giovanile della loro intelligenza estrema dei loro errori dei loro successi della forza che li anima li guardo li ascolto li seguo li amo li temo e vedo me stesso. Che vadano avanti che commettano i miei stessi errori che amino che odino come me che non conoscano mezze misure che diano tutto s? stessi che lo facciano senza condizioni e senza mercimonio che restino donne e uomini liberi. Come me. E non ho nulla alla fine del mio cammino da rimproverarmi. Chiedo solo ora di salvare un'altra vita Dio, non ha ancora la Tua et?! 29/12/2005 03:30 a.m.
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 156
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative