UNA FRASE PER RIFLETTERE

Governare è far credere.

Sesso virtuale

Michele Ciorra
Ho lasciato che i miei sensi prendessero il sopravvento, preteso di fare a meno di te ed accettato che sconosciuta interlocutrice mi desse sesso estremo, virtuale, falso, fatto di tasti, monitor, ridicole esclamazioni di piacere quasi in un nuovo codice binario mentre la mano brandiva e scuoteva il pene turgido. Mi sono illuso di poter cos? mettere in un fondo di pece nera me te e la nostra storia. Ora un conato di vomito riempie la mia bocca e sporca un ennesimo stupido tentativo di dimenticar...Ci. Dio! Anche noi, a volte, ci amavamo cos? ma i nostri eran pixel di sentimenti e sesso preludio di incontri di fuoco cui neppure lo scirocco greve ed umido poteva metter fine tra gli olivi centenari, e le ferule dal giallo acceso. 14/11/2004
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 156
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative