UNA FRASE PER RIFLETTERE

Quando sono sopraffatto dalle preoccupazioni, ripenso a un uomo che, sul suo letto di morte, disse che tutta la sua vita era stata piena di preoccupazioni, la maggior parte delle quali per cose che mai accaddero.

Mi manchi ancora

Michele Ciorra
Mi manchi ancora sai, mi manchi disperatamente ora che tutto sembra andare per il meglio, ora che la Bestia sta riavvicinandosi per darmi momenti di pace assassina e mi mancano non solo il tuo viso, le tue efelidi leggere, il tuo strabismo di Venere, la tua intelligenza, la nostra empatia cui non puoi sottrarti, sappilo, ma mi mancano anche il tuo guanto di carne sul mio medio al pube, il tocco e l'aggrovigliarsi delle nostre lingue, il fondersi dei nostri aliti, il sapore dei tuoi umori intimi e il potere di dominarti, tu volendolo e sempre, donando il mio seme alla tua bocca desiosa. Mi manchi sappilo e so sento che ti manco. 12/08/2004
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 156
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative