UNA FRASE PER RIFLETTERE

Meglio sopportare la povertà e la miseria che la superbia e l'insolenza dei ricchi

Sogno d'Inverno

Nicola Marchetti
Nasi buffi scolpiti in nubi lontane. Tenue luce che fugge ne sfiora i contorni poi sfuma, dal cielo e dagli occhi, verso albe di cuori lontani, verso sogni di altri domani. Ed ? gi? sera. E' sera e il sole che c'era saluti intristito, mentre il calore suo nemmeno ricordi, che dal pensier anche svanisce. Ed ? gi? notte, ed il vento che soffia pi? sicuro e pi? forte ci ritrova vicini, ci regala vissuti momenti di corpi intrecciati come destini. Ed ? gi? grigio e un p? cupo, nelle righe un p? storte di questo quaderno, nel ricordo d'un sogno d'inverno.
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 242
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative