UNA FRASE PER RIFLETTERE

Dubita pure che le stelle siano fuoco, dubita che la verità sia menzogna, dubita che il sole si muova, ma non dubitare mai del mio amore.

Tempo di Febbraio

Paolo Faccenda

 

 

 

Tempo di febbraio


 

 

 

Il giorno malato
in febbraio rinsecchito
di nevischio e ghiaccio,
insipido e buio nel grigio
corrotto senz'aria
così corto e già ubriaco,
rinchiuso in un cinema
davanti al caldo viziato
d'un televisore di cucina.

Ha braccia corrose e mani fredde
il timido cupo e già esaurito giorno,
girando su e giù nervosamente
nell'andirivieni dei pensieri
imprigionati e abulici
stentati e vecchi di miserie.
Pensando e ripensando...



"Sono solitario come l'ultimo occhio
di un uomo in cammino verso la terra dei ciechi."
(Vladimir Majakovskij)

 

Poesia da me scritta il primo febbraio del 2009

COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 583
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative