UNA FRASE PER RIFLETTERE

Si usa uno specchio di vetro per guardare il viso e si usano le opere d'arte per guardare la propria anima.

Dalla terra di Kaleva

Regit

 

 

 

Dorme la penna  vicino al kantele...

io sosto come  luna  
tra i  rami della più verde betulla.

Non temo  la voce possente di  Louhi,
che  nel castello di rame si fa eco
e  frantuma la porta di cristallo.

Se l’albeggio è nebbioso
e si confonde il cielo ,
scivolerò sotto l’antico ontano
e aspetterò col ritorno del sole,
il volo della clava
che si spegne nel mare...

e  con l'arcobaleno
il respiro  del vento.

 

 

COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 678
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative