UNA FRASE PER RIFLETTERE

Cogliam d'amor la rosa: amiamo or quando esser si puote riamato amando.

Muwashshaha del

Regit
Non ? vero che la tempesta ? anticamera d'una festa. Mi sveglio con l'acqua del cielo e nel silenzio mi tutelo come pagina di vangelo che disconosce ogni protesta. L'anima mi si arrugginisce, mi strizza sale , mi ferisce finch? nel nulla m'ammortisce ogni speranza che mi resta. Sul catafalco del dolore spengo i sogni e senza rumore asciugo tracce di sudore sul corpo mio ormai cartapesta. Or ? la morte a far la siesta tra 'l bisbigliare delle voci che cincischiano nella cesta il corpo dello schiaccianoci.
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 678
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative