UNA FRASE PER RIFLETTERE

I genitori si compatiscono, dei nonni si sorride, gli antenati si venerano.

Il mio sogno

rudjada

Una rosa al centro di me stessa

 

preziosamente nascosta agli occhi miei

 

ubbidendo alla magìa di un suono

 

apre i suoi petali all'uopo.

 

Una cosmogonia di colori 

 

sfumano dai pori della pelle 

 

nel volo senza fine .

 

Non c 'è guadagno nè miseria 

 

E' solo l'arcobaleno di un sogno 

 

che ti solleva dalla dura roccia 

 

leggera come il pensiero ,

 

senza baratto alcuno..

 

Silenziosa l'esistenza ,

 

che non ha voce e forma 

 

profondamente viva

 

come non lo è mai stata 

 

vive negli atomi .

 

E io sono ,

 

evanescente sostanza

 

in contemplazione .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Spiritualità
Opere pubblicate da questo autore: 121
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative