UNA FRASE PER RIFLETTERE

L'anima è la più angosciante spia che un nemico possa mandare.

IL RUMORE DEL MARE

Vincenzo Costa

S'alza il rumore del mare contro la riva antica di sassi.

S'alza spinto dal forte vento di Grecale da sempre vigorosa voce d'umane vicende.

S'alza con naturale armonia pur tra irregolari onde..

che fanno da mosso specchio a rade nuvole bianche

le quali, come sparse pecorelle su un'infinito prato,

disegnano l'azzurro cielo.

Com'è dolce e musicale questo suono mentre, là fuori,  il mondo 

è pervaso...assordato... da urla di paura, pianti di dolore,

dove mille fuochi accendono terre da sempre tormentate dalla disperazione.

e il cielo è arrossato da luci di morte che, come lupi famelici,

non sono ancora sazi di sangue...!!

Non ci sono più bare per gli uomini..!!

Le ossa si scioglieranno al sole, implacabilmente, come putrida testimonianza

della follia dell'uomo!

Ah! Uomo..uomo... tu che sei stato plasmato con armonia e creato per l'armonia..

che ridicolo.insensato..stupido... e folle burattino disarmonico sei diventato!!

Meglio non uscire...restiamo qui tra i sassi...

dentro l'armonia del mare..

del Grecale...

COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 129
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative