UNA FRASE PER RIFLETTERE

L'arte è un appello al quale molti rispondono senza essere chiamati.

Olocausto

Walter Gaspich
Gi? dal treno raggruppati nel piazzale vicino al binario Moltitudine scolorita un colpo di spugna Occhi sgranati graffiano il cielo che non vede anime smarrite protese all?infinito attimi sospesi e qualche istante ancora Parole al vento una preghiera... Il freddo tra la pelle e il cuore frantuma, spezza, lacera scava nelle viscere e affoga Iddio nel vaso d?immondizia Frammenti d'umanit? evaporano... e il fumo, nel camino sale lento... Dedicata anche al mio nonno mai tornato da Mathausen
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 93
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative