UNA FRASE PER RIFLETTERE

I litigi degli amanti rinnovano l'amore.

Ho sparso semi d'anice

woquini

 

Ho sparso semi d’anice

tra i tuoi capelli scuri

come se fossi un prete

del rito dei misteri;

il tempo che qui scorre

si beffa di noi due

narrando da lontano

il mito degli eroi;

ad occhi chiusi ascolto

il dolce tuo respiro,

profumi di presente

ma vieni dal passato,

sei sacrificio antico

portato sull’altare

tra musica di cembali

e gracidii di sistro,

i piedi muovi alterni

danzando per gli dèi,

il vino ti stordisce

il diaulos ti risveglia,

la testa giri a lato,

svolazzano i capelli,

si fan di fuoco gli occhi:

profumi che si legano

si spandono e si sciolgono,

a terra giace il mirto

mischiato con l’alloro,

un dio t’invasa e scuote

sciogliendoti le vesti…

 

…poi

 

…poi tutto tace e segue

la calma dopo il turbine,

attimo di dolcezza

si spande nel sussurro,

aspiro nei capelli

dell’anice il profumo,

ritorno nel mio tempo

umano tra gli umani,

il dio se n’è fuggito

e tu ritorni a me.

 

 

woquini 15.10.2010

 

COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 361
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative