UNA FRASE PER RIFLETTERE

Sul tuo cuore cadde il mio primo sguardo!

Torquemada II?

woquini
 
Selezione di paranoici umori

è stata la tua scelta, o Torquemada,

ritrasmessa nei secoli a venire

con oniriche forme di terrore

ad ornare le chiese de' santuari.


Con te raggiunse l'apice il dolore:

fu l'esilio minor maledizione

del fuoco e della ruota, imposti ad arte

per fiaccare millenni di difese

e la colpa d'avere un dio diverso.


Esempi d'alta scuola o Torquemada!

Un vaccaro oggi insegna al posto tuo,

ed all'abiura non ricorre il rogo:

il fine è dispersione di pensieri

e cuori che battono dissonanti.


Forse io mai giungerò fino a Santiago,

ma se il tempo mi concedesse forza,

al tuo santuario volterei le terga,

guardando a sud est mi coprirei il capo:

da sole saliranno le preghiere


rivolte a morti che mai ho conosciuto,

ma vivi tra le piaghe della Storia.

Vale come bestemmia la preghiera

d'un senza dio fiaccato e incarognito:

è lo staffile che ti sfregia il viso.



woquini 8.07.2006









COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 361
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative